Il ruolo dell’attaccante è forse quello più complicato per un calciatore. Nel giro di pochissimi minuti, un centravanti può diventare il nuovo beniamino della sua squadra, giusto nel tempo di segnare il gol vittoria. Comunque, come può essere semplice conquistare il tifo dei propri sostenitori, è ugualmente facile essere bersaglio di critiche. Quante volte abbiamo assistito a critiche a grandi campioni del calcio solo perché nell’ultima partita non hanno giocato come dovevano. Il ruolo dell’attaccante è per natura quello più criticato, ovviamente. Il terminale offensivo ha costantemente tra i piedi palloni che potrebbero essere potenzialmente tutti gol. Tutto ovviamente dipende dalla capacità dell’attaccante e dalla bravura della difesa e del portiere avversario. Oggi vogliamo di coloro che difficilmente deludono. I giganti del nostro campionato e, in alcuni casi, del calcio europeo. Vogliamo parlare dei migliori attaccanti di Serie A. In particolare, abbiamo stilato la top 10 degli attaccanti di Serie A. Vediamo insieme i migliori attaccanti di Serie A!

Ciro Immobile – Lazio

Ciro Immobile è uno dei migliori attaccanti di Serie A. Ha chiuso la scorsa stagione con 20 gol nel nostro campionato, 16 in meno rispetto alla stagione precedente, quando concluse con 36 gol in Serie A. Una cifra che non capita di leggere tutti i giorni. Nelle ultime stagioni, comunque, Ciro non è mai rimasto sotto i 20 gol. Tutto un altro Immobile è quello che abbiamo visto agli europei e alle ultime partite disputate dalla nostra nazionale. Probabilmente il modulo di Mancini non è ciò che Ciro necessita per esprimere a pieno le sue capacità. In campionato non possiamo certo lamentarci!

Zlatan Ibrahimovic – Milan

La nostra top 10 degli attaccanti di Serie A continua con Ibrahimovic, un nome che non ha certo bisogno di presentazioni. Forse, la carta d’identità potrebbe spaventare qualcuno, visto che Ibra di anni ne ha 40. Ma lo svedese sembra avere le stesse proprietà del vino: più invecchia e più e buono. Se il fisico dovesse assisterlo anche durante questa stagione, state certi che continuerà a segnare come quando aveva 20 anni.

Tammy Abraham – Roma

Il talento inglese è sbarcato nella capitale solo da quest’estate, anche se già sembra aver conquistato la fiducia di tutti. Nelle prime partite con la maglia della Roma si è dimostrato molto talentuoso. La figura di José Mourinho saprà valorizzarlo ancora di più. Attenzione dunque al giovanissimo talento ex Chelsea, che vorrà iniziare al meglio la sua nuova avventura italiana.

Victor Osimhen – Napoli

Il giocatore nigeriano del Napoli ha faticato nella sua prima stagione italiana. La scarsa condizione fisica, il rapporto non proprio eccellente con i suoi allenatori, sono tutti fattori che lo hanno portato a concludere la sua prima stagione con soli 10 gol e 3 assist realizzati. Un bottino proficuo ma che non rispecchia le potenzialità e le capacità di un talento come Osimhen. Da lui è lecito aspettarsi molto di più, considerando soprattutto il peso sulle casse della squadra partenopea dovuto all’acquisto del centravanti. Vedremo cosa darà al Napoli di Spalletti durante questa stagione per meritare la nostra top 10 degli attaccanti di Serie A.

Osimhen

Dusan Vlahovic – Fiorentina

L’attaccante della Fiorentina è diventato un titolare inamovibile della rosa di Vincenzo Italiano, forte soprattutto delle grandissime prestazioni con la maglia viola. Il serbo ancora ampi margini di miglioramento e nonostante le numerose offerte dall’estero ha deciso di rimanere in Italia anche quest’anno. Una scelta che gli permetterà di crescere ancora e confermarsi definitivamente tra i più forti del nostro campionato. Fa sicuramente parte della top 10 degli attaccanti di Serie A.

Lautaro Martinez – Inter

Il centravanti dell’Inter è chiamato a far dimenticare la partenza di Romelu Lukaku, andato al Chelsea quest’estate. Lautaro ha sempre agito nell’ombra delle grandi gesta di Big Rom. Adesso, Lautaro dovrà dimostrare di essere ciò di cui l’Inter ha bisogno. I segnali in queste prime partite di campionato sono davvero importanti. Se l’argentino dimostrasse più regolarità nelle grandi prestazioni che ha realizzato, potrebbe diventare uno dei migliori del nostro campionato e dell’intera Europa. La sua giovane età giustifica i pochi aspetti negativi che fin qui abbiamo visto.

Lautaro-Martinez-Internazionale-striker

Federico Chiesa – Juventus

La top 10 degli attaccanti di Serie A passa anche attraverso i giovani italiani. Chiesa è un talento cristallino del nostro campionato. Se le sue prestazioni alla Juventus hanno lasciato qualche dubbio inizialmente, le recenti partite in nazionale hanno convinto tutti, tifosi non-juventini compresi. Adesso che la sua figura è centrale nel progetto Juve, Federico può solo migliorarsi.

Andrea Belotti – Torino

Il gallo Belotti è ormai arrivato alla sua ennesima stagione nella massima serie. L’esperienza maturata in queste ultime stagioni, lo ha migliorato molto. Adesso che sembra arrivato il capolinea della sua avventura granata, lui ha giurato di voler rimanere in Italia. Non sappiamo se rinnoverà con il Toro o cambierà casacca. Comunque, potremo ancora goderci le grandi prestazioni del gallo.

La top 10 degli attaccanti di Serie A nel 2021/2022

Joao Pedro – Cagliari

Il brasiliano continua a far bene con la maglia del Cagliari. La top 10 degli attaccanti di Serie A deve assolutamente coinvolgere il centravanti del Cagliari. Problemi fisici permettendo, potrà ancora dire la sua in questo campionato.

Luis Muriel – Atalanta

Luis, negli ultimi campionati, ha segnato molto. Dalla panchina, direttamente dal 1’ minuto: il colombiano è decisivo in tutte le salse. Adesso che Duvan Zapata non sembra essere in condizione, Muriel può essere l’arma in più dei bergamaschi. Luis, anche quest’anno è partito fortissimo. Vedremo come continuerà la sua stagione.

Paulo Dybala – Juventus

La Joya Paulo Dybala è sempre stato uno dei migliori attaccanti del nostro campionato. Certo, le ultime due stagioni sono state piene di alti e bassi per l’argentino, che adesso ha ritrovato l’allenatore che lo ha lanciato e che per primo ha creduto in lui alla Juve: Massimiliano Allegri. E il cambio allenatore ha già dato i suoi frutti, con un Dybala completamente rinnovato. Adesso, Paulo deve solo ritrovare la migliore forma fisica per poter tornare a essere quello visto nelle primissime stagioni a Torino. Massimiliano Allegri sarà capace di valorizzare ancora una volta un giocatore come Paulo Dybala? I primi segnali arrivati in queste partite campionato danno già un’idea della risposta.

Notizie di Calcio