Dal suo iconico carnevale alle spiagge tropicali, la nazione del Brasile ha regalato al mondo molti fantastici ricordi da custodire, e molti altri momenti emozionanti sono lì ad aspettarci. Per quel che riguarda il contesto sportivo, le Olimpiadi del 2016 vivranno a lungo nella nostra memoria, così come l'indimenticabile Coppa del Mondo 2014.

I migliori giocatori brasiliani

Ma forse, la nazione è da sempre conosciuta soprattutto per la sua sorprendente, infinita schiera di calciatori di talento che ha prodotto nel corso degli anni. L'abilità nel dribblare mostrata delle stelle del paese – passate e presenti – è molto venerata e in effetti molto invidiata. Molti dei più grandi giocatori di calcio di sempre, provengono dalla famosa nazione sudamericana. Non sorprende quindi che la Seleção, con i suoi cinque titoli, sia la squadra di di maggior successo di sempre nella Coppa del Mondo e anche l'unica nazione ad aver partecipato a tutte le fasi finali della Coppa del Mondo.

Il lungo cammino, fatto di tanti successi, cominciò in Svezia nel 1958 con una vittoria per 5-2 contro i padroni di casa. Il secondo titolo è arrivato solo quattro anni dopo, quando i brasiliani hanno sconfitto la Cecoslovacchia 3-1 in Cile, seguito da un terzo titolo vinto dopo aver battuto 4-1 l'Italia in Messico nel 1970. Seguì un periodo sterile, che come tutti ricordiamo purtroppo, si concluse nel 1994, con l'Italia ancora una volta vittima sacrificale, questa volta ai rigori in California. Una nuova generazione ha poi conquistato un quinto titolo per il paese in Giappone con una vittoria per 2-0 sulla Germania.

Una competizione a squadre, ovviamente, ma le vittorie ai Mondiali non sarebbero state possibili senza l'elenco di giocatori di livello mondiale che sono passate per la nazionale verdeoro. Ma chi sono i migliori calciatori brasiliani di tutti i tempi? Cerchiamo di restringere il campo nella nostra top ten.

10. Rivaldo

L'ex centrocampista di Barcellona e Milan sarà ricordato per i suoi fragorosi colpi di sinistro a terra e in aria, ma anche per la sua astuzia e i dribbling con la palla tra i piedi. Anche la sua abilità da palla inattiva è stata tra le migliori della sua generazione, mentre le sue straordinarie esibizioni al Camp Nou e a San Siro lo hanno visto conquistare rispettivamente due titoli della Liga e una Champions League.

Nonostante la sua struttura robusta e l'altezza di circa 188cm, i dribbling e l'agilità di Rivaldo lo hanno visto spesso surclassare i difensori avversari. Si è ritirato dalla nazionale nel 2003 con uno stupefacente bottino di 35 gol in 74 partite, con cinque di questi gol arrivati ​​alla Coppa del Mondo del 2002 e molti successi che lo hanno classificato come uno dei migliori giocatori brasiliani di tutti i tempi.

9. Sócrates

I migliori giocatori brasiliani - Sócrates

Un tempo centravanti, Sócrates si è fatto un nome come centrocampista offensivo tecnico e astuto. A differenza di Rivaldo, ha fatto affidamento su entrambi i piedi per il suo gioco di collegamento e per i passaggi filtranti precisi, che sono stati visti principalmente durante il suo periodo al Botafogo e al Corinthians. Una mente così acuta in campo, e fuori dal campo, dove ha conseguito una laurea in medicina che gli ha fatto guadagnare il soprannome di Dottor Sócrates.

Era un eroe della squadra nazionale, nonostante non avesse mai alzato l'ambito trofeo della Coppa del Mondo. Ma le sue esibizioni a Spagna 1982, dove giocava come capitano della squadra, e a Messico 1986, rimarranno a lungo nella memoria.

8. Cafu

L'affidabile terzino destro ha avuto una carriera fenomenale in squadre del calibro di Roma e Milan, con trofei di Serie A e Champions League tra la sua sfavillante e lunga lista di premi. Ha anche aiutato il suo paese a sollevare due Coppe del Mondo, guidando la squadra alla gloria nel 2002 e garantendosi lo status di uno dei migliori calciatori brasiliani di tutti i tempi.

Cafu si è ritirato dalla nazionale nel 2006 come giocatore con più presenze di tutti i tempi del paese, con 142 presenze. I suoi cinque gol forse suggeriscono che la difesa fosse la sua priorità numero uno, ma avanzare il più possibile era il suo obiettivo principale, con la sua energia e il suo dinamismo secondo a nessuno durante i suoi anni migliori.

7. Jairzinho

La forte ala destra, come molti dei suoi connazionali, ha trascorso gran parte della sua carriera in Sud America, giocando oltre 400 partite in un periodo di 15 anni per il Botafogo. Lì si è davvero fatto un nome come uno dei migliori giocatori della sua generazione, superando i difensori in un batter d'occhio e nel frattempo diventando uno dei migliori giocatori brasiliani di tutti i tempi.

Anche l'occhio di Hurricane per il gol era qualcosa da vedere, con la sua capacità di rifinire che è venuta alla ribalta nella Coppa del Mondo del 1970. Ha conquistato la Scarpa d'argento quell'estate, con i suoi sette gol secondo solo a Gerd Müller della Germania Ovest, che ne aveva segnati dieci. Ma era Jairzinho che sarebbe tornato a casa dal Messico più felice, segnando nella finale contro l'Italia e aiutando la sua nazione a sollevare il Trofeo Jules Rimet.

6. Ronaldinho

i migliori giocatori brasiliani: Ronaldinho

Un giocatore davvero dotato e uno che i fan più moderni del calcio adorano per il suo stile di gioco incredibile e unico. Il centrocampista è stato per anni nella Liga durante il suo periodo al Barcellona, ​​che ha aiutato a guidare a due scudetti e un titolo di Champions League. Nella sua permanenza con i blaugrana ha fatto segnare 97 presenze e 33 gol.

La sua lista di riconoscimenti comprende una serie infinita di premi di squadra e individuali, in particolare la Coppa del Mondo 2002 e il Pallone d'Oro 2005. Oltre alla sua abilità, estro e dribbling labirintico, il suo sorriso raggiante mentre è in campo sarà ricordato anche dai fan negli anni a venire. Un giocatore unico nel suo genere, come il mondo potrebbe non vederne mai più.

5. Romário

Il leggendario attaccante è un eroe della squadra brasiliana del Vasco da Gama, dove ha giocato per diversi anni all'inizio e verso la fine della sua brillante carriera. Il finale lo ha relegato come uno dei più grandi calciatori brasiliani di tutti i tempi, con la sua ingegnosità nell'area di rigore, sotto la gestione di Johan Cruyff al Barcellona particolarmente memorabile.

A livello internazionale, Romário ha segnato 55 gol in 70 presenze, con i suoi sforzi culminati nel titolo della Coppa del Mondo del 1994 e due titoli della Copa America, uno per entrambi i lati di quella famosa vittoria della Coppa del Mondo. Quel torneo memorabile ha visto il Pallone d'Oro percorrere la sua stessa strada, mentre è stato anche nominato FIFA World Player of the Year nello stesso anno.

4. Zico

Incredibilmente, il Trofeo Jules Rimet è uno degli unici trofei mancanti nella sterminata bacheca di Zico, essendo il centrocampista offensivo uno dei più grandi giocatori a non aver alzato l'ambito premio. Ma i suoi fedeli sostenitori non lo ricorderanno per i fallimenti, ma per i successi, in particolare durante il suo periodo al Flamengo, dove ha spezzato due gloriosi incantesimi.

Ampiamente considerato uno dei migliori centrocampisti di sempre, e ancor di più uno dei migliori specialisti su punizione che il calcio abbia mai visto, il creativo regista possedeva un'abilità che raramente era stata vista prima. Zico è quinto nella classifica dei migliori marcatori di tutti i tempi del paese, con i suoi 48 gol in 71 presenze. Innegabilmente uno dei migliori calciatori brasiliani ad aver mai abbellito il campo.

3. Garrincha

Un altro grande che ha trascorso gran parte della sua carriera al Botafogo, le finte, i colpi di scena e le esplosioni di Garrincha sulla fascia destra hanno fatto venire gli incubi ai difensori avversari, aiutandolo a guadagnare lo status di uno dei migliori giocatori brasiliani di tutti i tempi. Il sensazionale dribblatore è uno dei calciatori più adorati nella storia del paese.

I suoi straordinari risultati nel calcio non possono essere ricondotti a una manciata di tornei, ma le sue esibizioni ai Mondiali del 1958 e del 1962 forse incarnano quanto sia stato cruciale nei due tornei, finiti in successo. Garrincha ha concluso quest'ultimo con il Pallone d'Oro e la Scarpa d'Oro, guadagnandosi un posto nell'All-Star Team per entrambe le competizioni.

2. Ronaldo

Ronaldo Luís Nazário de Lima ha conquistato il mondo quando è apparso per la prima volta sulla scena nel 1993. L'attaccante migliorava sempre di più con il passare delle partite per club e nazionale. I giganti europei di Barcellona, ​​Inter e Real Madrid sono stati tutti abbastanza fortunati da assistere all'apice della carriera dell'attaccante, con quelle corse inarrestabili che terrorizzano le difese di tutto il mondo.

i migliori giocatori brasiliani: Ronaldo

Il leggendario attaccante ha segnato 62 gol nelle sue 98 partite con la Seleção, sfociati nella conquista della Coppa del Mondo 2002 in Corea del Sud e Giappone, dove i suoi otto gol hanno portato la squadra al quinto titolo mondiale. Due di questi gol sono arrivati ​​in finale contro la Germania. Ronaldo sarà per sempre considerato uno dei migliori giocatori brasiliani di tutti i tempi, con la sua capacità unica di trovare la rete forse mai più vista.

1. Pelé

I record di gol segnati dell'attaccante saranno anche in discussione, ma la sua leggenda in Brasile non sarà mai e poi mai messa in discussione e durerà semplicemente per sempre. Non basteranno mai le parole per riassumere ciò che ha portato al bellissimo gioco del calcio, ma tre titoli mondiali sono sicuramente un ottimo punto di partenza.

Pelé è ampiamente considerato il miglior brasiliano che abbia mai abbellito un campo di calcio, ma molti lo hanno persino etichettato come il più grande giocatore di tutti i tempi, spesso rivaleggiando nei sondaggi con il collega sudamericano, il compianto Diego Armando Maradona. La leggenda del Brasile rimane il capocannoniere di tutti i tempi del suo paese con 77 gol in 92 partite.

Visto l'incredibile talento che il Paese ha prodotto negli anni, forse restringerlo a dieci è un'impresa difficile. Significa che mancano diverse stelle nell'elenco, quelle che meritano un ringraziamento speciale per i loro successi. Tra cui abbiamo calciatori del calibro di talenti più moderni come Roberto Carlos, Dani Alves, Kakà e Neymar e, naturalmente, i gloriosi eroi del passato, come Gerson, Carlos Alberto, Rivellino e Falcão, ma la lista sarebbe davvero infinita.

Giocatori