Lo scorso 26 agosto si sono delineati i gruppi della Champions League, che vedranno impegnate 4 squadre italiane: Juventus, Inter, Milan e Atalanta. Comunque, per il calcio italiano, la coppa dalle grandi orecchie è qualcosa che manca da molto.

Visto che le prime partite dei gruppi della Champions League si stanno avvicinando sempre di più, passiamo in rassegna tutti i gruppi della Champions League di quest’anno.

I gruppi della Champions League 2021/2022

Gruppo A – Club Brugge, Manchester City, PSG, RB Lipsia

Il primo gruppo contiene già due delle più importanti rose europee. Le due squadre degli sceicchi più ricchi: il Manchester City di Pep Guardiola e il Paris Saint-Germain di Pochettino. Due squadre con talenti incredibili e protagoniste di spese folli. I Citizens hanno salutato “El Kun” Aguero, trasferitosi a Barcellona, ma hanno accolto il loro acquisto più oneroso, Jack Grealish.

Dall’altra parte, i parigini sono stati i protagonisti assoluti di questa finestra estiva di calciomercato. Hanno acquistato diversi giocatori a parametro zero, tra cui: Gianluigi Donnarumma, Georginio Wijnaldjum, Sergio Ramos e Leo Messi. Proprio quest’ultimo acquisto è stato forse il colpo ad effetto, visto il caos provocato dall’annuncio dell’acquisto del numero 10 argentino. Insomma, dopo un mercato faraonico, il team parigino è per forza di cose il favorito della Champions League. Ma occhio comunque ai colpi di scena. La Champions ci ha da sempre abituato a grandi squadre clamorosamente eliminate. Mai sottovalutare “le piccole”.

Gruppo B – Milan, Atletico Madrid, Liverpool, Porto

A proposito di spettacolo, in questo gruppo è assicurato. Il Milan ritrova la Champions dopo anni di assenza e inizia con il botto. Un girone di ferro per i rossoneri. La partita con il Liverpool riporterà in mente dei brutti trascorsi ai tifosi milanisti ma sicuramente la squadra di Stefano Pioli non si tirerà indietro.

Sarà una lotta all’ultimo sangue per il primo posto. Il Liverpool e l’Atleti possiedono rose molto attrezzate. Prepariamoci a vederne delle belle. Nessuno tra i due club sembra essere il favorito per vincere la Champions League, ma attenzione alle tante variabili costituite dai tifosi, dagli infortuni e dagli impegni di campionato.

Gruppo C – Ajax, Besiktas, Borussia Dortmund, Sporting

Forse uno dei gruppi della Champions League meno interessanti. Il Borussia Dortmund se la giocherà probabilmente solo con l’Ajax. Il Besiktas e lo Sporting di Lisbona non sembrano essere squadre all’altezza per il livello della compagine tedesca. È vero che il Dortmund ha perso un pezzo pregiato come Jadon Sancho, ma ricordiamo che il loro fenomeno Erling Braut Halaand è ancora un perno della squadra di Rose. E il talento norvegese è molto lontano dal non ripetere le solite prestazioni monstre a cui ci ha abituato.

Gruppo D – Inter, Real Madrid, Shakhtar Donetsk, Sheriff

Un altro tra i gruppi della Champions League più interessanti. Una curiosità: questo girone è quasi la fotocopia di quello dell’anno scorso. All’appello mancherebbe solo il Borussia Mönchengladbach. L’Inter ritrova il Real Madrid e lo Shakhtar Donetsk, proprio come lo scorso anno. Sono cambiate però tante cose dall’ultima volta. Il Real ha dovuto rinunciare a suoi migliori in difesa. Raphael Varane si è trasferito al Manchester United mentre Sergio Ramos ha deciso di iniziare una nuova avventura a Parigi, come detto in precedenza. I Blancos si sono certamente indeboliti, ma hanno dalla loro la molta esperienza europea di Carlo Ancelotti, che saprà certamente come rendere i suoi giocatori una squadra con la S maiuscola.

L’Inter è stata invece protagonista di un cospicuo rinnovamento in rosa. Ha ceduto due big come Achraf Hakimi e Romelu Lukaku. Con il tesoretto accumulato, oltre a risanare i debiti, ha investito sulla fascia destra e su due punte di livello. Ha acquistato il nazionale olandese Denzel Dumfries, che molto probabilmente potrebbe già partire titolare nella partita di mercoledì proprio contro i Blancos. In attacco i nerazzurri si sono invece rinforzati con Edin Dzeko e Joaquin Correa. Giocatori diversi. Un mix di esperienza e di freschezza che potrebbe fare la differenza lì davanti. E non dimentichiamoci del numero 10 interista: Lautaro Martinez. Le due sfide tra i nerazzurri e il Real si prospettano come le più interessanti del girone.

Gruppo E – Barcellona, Bayern Monaco, Benfica, Dinamo Kiev

Quella tra Barcellona e Bayern Monaco è una sfida ricca di precedenti e partite leggendarie per entrambi i club. Quest’anno sembrerebbe essere favorito il Bayern, vista anche la rosa di qualità che ha a disposizione. Il Barça ha dovuto rinunciare a Leo Messi e Antoine Griezmann, tra tutti.

Il club bavarese è anch’esso il favorito per vincere la Champions League. Non sappiamo come finirà, ma anche questo, come tutti gli altri gruppi della Champions League, regalerà spettacolo e tanta competizione, visto la mole di talento presente tra le varie compagini.

Gruppo F – Atalanta, Manchester United, Villareal, Young Boys

Troviamo un’altra italiana: l’Atalanta di Gasperini. Un girone davvero complicato da vincere per i bergamaschi. Il secondo posto sembra però abbordabile per i nerazzurri.

Incontriamo quindi un altro club favorito della Champions League. Il Manchester United, reduce da una sessione di mercato assolutamente importante, potrebbe seriamente porre fine a questo lungo periodo in cui non sono riusciti a vincere trofei importanti. I Red Devils hanno acquistato Sancho e soprattutto Cristiano Ronaldo, che ha deciso di tornare nella squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta. Una storia d’amore che torna a infiammarsi. Vedremo se CR7 ripagherà la fiducia ricevuta nonostante i suoi 36 anni.

Gruppo G – Lilla, RB Salzburg, Siviglia, Wolfsburg

Il Lilla campione di Francia in carica è chiamato a confermare le buone prestazioni che lo hanno portato a vincere il titolo di Francia. Certo, la partenza dei francesi in questo campionato non è stata delle migliori, ma chissà che la UEFA Champions League non possa dare loro una scossa…

Gruppo H – Chelsea, Juventus, Malmo, Zenit

Ecco infine l’ultimo gruppo. Il team favorito della la Champions League è anche il Chelsea di Tuchel, campione d’Europa in carica. I Blues si sono rinforzati molto anche durante questa sessione di mercato. Uno su tutti, vogliamo ricordare l’acquisto di Romelu Lukaku, che arriva dall’Inter.

La Juve sta invece vivendo un momento davvero complicato. Il ritorno di Allegri non ha ancora riportato quell’esperienza di cui i bianconeri hanno sicuramente bisogno. Certo, la squadra è ancora in “costruzione”, ma i primi risultati in campionato non lasciano sperare bene. Vedremo come si presenterà la squadra del tecnico livornese alla prima partita di Champions.

Notizie di Calcio